La festa dell’Epifania in Calabria

La Befana calabrese tra leggende, tradizioni e dolci tipici
Befana

© vetre/Shutterstock

Tradizione e folklore

14 feb 2024 10:53

Un appuntamento dedicato ai più piccoli ma sempre amato anche dai grandi, la festa dell’Epifania in Calabria è un’occasione per riscoprire antiche tradizioni locali, leggende che si tramandano da una generazione all'altra e, perché no, concedersi un ultimo assaggio di dolci tipici delle feste.

Scopriamo insieme come si festeggia la Befana in Calabria e quali sono i posti ideali in cui imbattersi nell’intramontabile vecchietta volante.

La Befana in Calabria: la notte degli animali parlanti

La ricorrenza dell’Epifania in Calabria, da sempre sospesa tra sacro e profano, rappresenta l’ultima coda delle festività natalizie, nonché l’ultimo momento di vacanza in famiglia coi bambini prima di tronare alle rispettive attività quotidiane.

Se nell’immaginario collettivo la Befana è la vecchia signora che, a cavallo di una scopa volante, consegna regali e dolciumi ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, la Befana in Calabria assume un carattere tutto particolare, poiché legata a un’antica leggenda contadina.

La notte della Befana calabrese è un momento carico di magia, durante il quale pare che gli animali possano parlare e giudicare il loro padrone. Nel caso in cui il padrone non si sia comportato bene durante l’anno o, per sbaglio, abbia ascoltato i loro discorsi, gli animali lo maledicono.

Come scongiurare la maledizione? Rivolgendo loro parole gentili la vigilia dell’Epifania e nutrendoli con ben 13 alimenti diversi, esattamente come la notte di Natale il padrone ha fatto coi propri commensali.

La tavola dell’Epifania in Calabria prevede invece un cenone a base di pesce che vuole protagonisti la pasta ammuddicàta (con alici e mollica di pane) e il baccalà.

Altra tradizione calabrese legata alla ricorrenza dell’Epifania è l’immancabile Strina della Befana. La Strenna nasce come canto propiziatorio e di buon augurio per la stagione agricola che verrà. In Calabria prevede che un gruppo di suonatori di zampogne, tamburelli e pipìte, gli strumenti tipici calabresi, giri per le vie dei paesi e di casa in casa.

Zampognari
Regione Calabria

In questa “notte dei miracoli” alcuni anziani giurano anche di aver visto l’olio uscire dalle fontane e il vino scorrere nelle fiumare al posto dell’acqua.

Cosa fare per l’Epifania in Calabria

Cosa fare durante l’Epifania in Calabria? Se siete in vacanza coi bambini o volete regalare ai vostri figli un incontro con la Befana non c’è che l’imbarazzo della scelta.

I numerosi Christmas Village attivi in tanti paesi della regione, da nord a sud, sono pronti ad accogliere i più piccoli con le tradizionali Case della Befana, dove la simpatica vecchietta ha già sostituito il collega barbuto ed è pronta a ricevere le letterine dei bambini.

Dove si trovano i Christmas Village imperdibili? A Reggio Calabria, Gerace (quest’ultima con la magia del “Borgo Incantato”), Cinquefrondi e Siderno (RC); a Polistena e Tropea (VV); a Borgia e Soverato (CZ); a Taverna di Montalto Uffugo e Piano Lago (CS).

Borgo Incantato Gerace
Regione Calabria

Da non perdere è anche un assaggio di dolci tipici della Befana, da acquistare in pasticceria o preparare in casa e infilare nella tradizionale Calza della Befana come dono per i più piccoli.

Non possono mancare le varie pìtte ‘nchiùse (o ‘mpigliàte, a seconda della provincia), torte di frolla realizzate con gli avanzi della frutta secca e candita natalizia; Torrone di Bagnara IGP, tronchetti di Liquirizia di Calabria DOP e fichi ripieni al cioccolato.

Torrone di Bagnara
Regione Calabria

https://calabriastraordinaria.it/news/la-festa-dellepifania-in-calabria